Feeds:
Articoli
Commenti

Lei.

Dice che ad un certo punto aveva perso le parole.

Annunci

Che cosa aspettiamo.

E poi ricorderemo quell’inverno come quello in cui dormivo in una stanza che era scaldata dal forno a legna della pizzeria al piano di sotto. C’era caldo, senza sapere il motivo. Era l’inverno di quando mi ero arresa. Che le battaglie erano già state fatte tutte. E non avevano portato a molto. Ricorderemo che non era rimasto che aspettare.

Ho smesso di parlare così mi senti meglio.

L’addio lungo due anni è durato un secondo.
IMG_9650

(Piante che tengono su le pareti – L’Avana, agosto 2017)

Un passo avanti, dieci indietro.